picto règlementation
La normativa


Cosa dice il Codice della strada francese in materia di comunicazione dei dati del conducente

Dal 1° gennaio 2017, L'articolo L121-6 del codice della strada francese prevede che qualora un'infrazione stradale sia stata commessa con un veicolo intestato o appartente a una persona giuridica, il rappresentante legale di detta persona giuridica deve comunicare i dati della persona fisica che guidava il veicolo al momento dell'infrazione.

In altre parole, il rappresentante legale di una persona giuridica (per es. l'ammministratore di una società) è obbligato a comunicare i dati della persona fisica (per es. un dipendente) che stava guidando il veicolo intestato alla persona giuridica (veicolo aziendale) al momento in cui l'infrazione è stata rilevata da un dispositivo di controllo automatico o radar.

Qualora sia stato il rappresentante legale stesso a guidare il veicolo, egli è obbligato a comunicare i propri dati prima di presentare ricorso o pagare la sanzione pecuniaria.

Dopo la comunicazione dei dati, viene emesso un nuovo verbale di accertamento a nome della persona responsabile dell'infrazione e non più a nome della società o del suo rappresentante.

Il pagamento della sanzione (e la decurtazione dei punti, se applicabile) sono di conseguenza a carico della persona fisica di cui sono stati comunicati i dati.

In caso di omessa comunicazione dei dati del trasgressore, il rappresentante della persona giuridica riceve una sanzione forfettaria addizionale (che può essere maggiorata) oltre alla sanzione pecuniaria iniziale.

 

Parc automobile de véhicules utilitaires

Chi ha l'obbligo di comunicazione dei dati?

 

L'obbligo di comunicazione dei dati del conducente riguarda i rappresentanti legali di persone giuridiche:

  • società anonima;
  • società a responsabilità limitata;
  • società per azioni;
  • società a responsabilità limitata unipersonale;
  • associazione;
  • ente locale ;
  • ente pubblico, ecc.

 

Allo stesso modo, i responsabili di flotta sono tenuti a comunicare i dati dei conducenti responsabili delle infrazioni: rappresentante legale di una flotta piccola (da 1 a 10 veicoli), media (più di 10 veicoli) o grande (più di 1000 veicoli).

INFORMAZIONI IMPORTANTI : Gli imprenditori individuali non sono più soggetti all'obbligo di comunicazione dei dati del conducente in alcuni casi.

 

La decisione n°530 del 21 aprile 2020 (19-86.467) della Corte di Cassazione francese precisa che l'obbligo di dichiarazione del conducente non si applica agli imprenditori individuali a condizione che il veicolo sia intestato a loro nome (persona fisica) e non all’impresa individuale (persona giuridica).

In questo caso, le imprese individuali, i lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, agricoltori, ecc.) e i liberi professionisti (medici, infermieri, avvocati, architetti, ecc.) non sono più obbligati a dichiararsi come conducenti in caso di violazione del Codice della strada.

Tuttavia, dalla legge n°2021-401 dell'8 aprile 2021, nel caso in cui il veicolo sia intestato a una persona giuridica (società o impresa),  l'imprenditore deve invece comunicare i dati del trasgressore (anche se si tratta dell'imprenditore stesso) in qualità di rappresentante legale della persona giuridica.

Per saperne di più, vai alla pagina dell'imprenditore individuale.

Quali violazioni impongono l'obbligo di comunicazione dei dati del conducente?

 

Si tratta di 12 infrazioni, registrate "da o con dispositivi automatici di controllo omologati" (articolo L.130-9 del codice della strada francese), che riguardano:

 

  • l'utilizzo della cintura di sicurezza;
  • l'uso del telefono cellulare al volante;
  • l'uso di corsie e strade riservate ad alcune categorie di veicoli;
  • la sosta, il parcheggio e la guida sulle corsie di emergenza;
  • il rispetto delle distanze di sicurezza;
  • il superamento e la marcia a cavallo di strisce continue;
  • la segnaletica che impone ai veicoli di fermarsi;
  • le velocità massime consentite;
  • il sorpasso;
  • l'entrata nello spazio tra le due strisce di arresto al semaforo riservato a cicli e ciclomotori;
  • l'uso del casco per i conducenti di un veicolo a due ruote;
  • la mancanza di assicurazione.

Qual è l'importo della sanzione per omessa comunicazione dei dati del conducente?

 

Se il rappresentante legale non dichiara il conducente del veicolo, la persona giuridica si espone a una sanzione forfettaria di 675 euro, maggiorata a 1875 euro in assenza di pagamento entro i termini previsti. In caso di ricorso, il tribunale di polizia può ordinare una sanzione di massimo 3 750 euro.

Quando il verbale è contestato al rappresentante legale, l'importo massimo è di 750 euro.

Tali sanzioni si aggiungono alla sanzione per l'infrazione iniziale e il rappresentante legale ne è unico debitore con il proprio patrimonio (articoli L121-2 e L121-3 del codice della strada francese) a meno che non comunichi i dati del conducente.

Casi speciali: autodichiarazione del conducente, furto, usurpazione, ecc.

 

Se il rappresentante legale della persona giuridica guidava il veicolo al momento del rilevamento dell'infrazione, è obbligato a dichiararsi come conducente.

Se non comunica i propri dati, la decurtazione dei punti non potrà essere applicata alla sua patente e la persona giuridica di cui è rappresentante legale riceverà un verbale di accertamento per omessa comunicazione dei dati. Se il rappresentante legale ha commesso l'infrazione, deve comunicare i propri dati: nome, data di nascita e patente di guida, com'è d'obbligo per tutti i conducenti.

Se il veicolo con cui è stata commessa l'infrazione è stato rubato al momento della violazione, in caso di contraffazione della targa o di qualsiasi altro evento di forza maggiore, il rappresentante legale a cui è indirizzato il verbale di accertamento deve comunicare all'ufficiale del pubblico ministero, entro 45 giorni, gli elementi che permettono di stabilire l'esistenza del furto, della contraffazione o dell'evento di forza maggiore.

Due modalità a scelta per comunicare i dati del conducente

 

 

  • Per posta raccomandata con ricevuta di ritorno

Verranno richieste l'identità, l'indirizzo e il numero di patente della persona fisica che era alla guida del veicolo al momento dell'infrazione.

 

Qual è il termine per comunicare i dati del conducente responsabile dell'infrazione?

Hai 45 giorni dalla data iscritta sul verbale di accertamento per comunicare i dati del conducente al funzionario del pubblico ministero.

Allo scadere del termine, riceverai una sanzione forfettaria per omessa comunicazione dei dati, che si addiziona al verbale di accertamento iniziale.

Circulation de poids lourds

Obbligo di comunicazione dei dati del conducente: perché la normativa è cambiata?

 

L'obbligo di dichiarazione del conducente ha lo scopo di responsabilizzare i rappresentanti legali e i conducenti di veicoli appartenenti a persone giuridiche.

Con l'introduzione del sistema di controllo automatico all'inizio degli anni 2000, i conducenti che commettevano un'infrazione con un veicolo intestato a una persona giuridica riuscivano spesso a evitare la decurtazione dei punti. A volte la persona giuridica pagava la multa al posto del trasgressore. Tale prassi non solo è deresponsabilizzante per il trasgressore, ma anche per l'azienda che lo impiega. Mette a rischio la vita dei conducenti e degli altri utenti della strada e non incoraggia il rispetto delle regole del Codice della strada.

Lo sapevi? Gli incidenti stradali sono la principale causa di morte sul lavoro

Nel 2020, 49 828 persone sono state vittima di un incidente stradale legato al lavoro, di cui 11 656 durante una trasferta (infortunio in missione), secondo i dati di della Direzione Generale del Lavoro francese. Nello stesso anno, i decessi sono stati 356, rendendo gli incidenti stradali la prima causa di morte sul lavoro.

Alla luce di questi dati, è stata creata una sanzione per violazione dell'obbligo di dichiarare l'identità del conducente. Detta sanzione ha lo scopo di garantire che il conducente sia effettivamente il destinatario dell'avvertimento costituito dalla decurtazione dei punti.