Verbalizzazione elettronica

Presentazione

Il verbale elettronico consente di rilevare le infrazioni al codice della strada (sosta, eccesso di velocità, guida in stato di alcolemia, stanchezza, …) od infrazioni di altra natura come l'inquinamento ambientale ed acustico, con l'ausilio di apparecchi digitali portatili (PDA), di terminali informatici di bordo (TIE) o di postazioni informatiche. I messaggi d'infrazione registrati da tali dispositivi vengono trasmessi direttamente al Centro nazionale di trattamento (CNT) di Rennes, il quale invia un verbale di contravvenzione al soggetto fermato od al titolare della carta di circolazione di un veicolo oggetto di verbalizzazione, in particolare nel caso di infrazione delle norme vigenti in materia di sosta.

Per maggiori informazioni si rimanda alll'articolo : Che cos'e il Ve ?

L'ANTAI ha sviluppato il programma informatico Ve che mette a disposizione a titolo gratuito.

Tuttavia, per i loro terminali, i servizi verbalizzanti sono liberi d'acquistare un altro programma informatico da un fornitore che disponga di un attestato di compatibilità rilasciato preventivamente dall'ANTAI. La lista di tali fornitori é disponibile sul sito dell'ANTAI, nella sezione dedicata ai servizi verbalizzannnti, alla voce « soluzioni di verbalizzazione ».

I servizi verbalizzanti devono dotare i loro agenti d'apparecchi digitali portatili (PDA) od altre attrezzature elettroniche compatibili.

Lo Stato incoraggia il passaggio degli enti territoriali al dispositivo del verbale elettronico attraverso la creazione, per un periodo di 3 anni, di un fondo d'avviamento (dall'1 gennaio 2011 al 31 dicembre 2013) destinato a sostenre gli enti intenzionati  ad acquistare le apparecchiature necessarie.

I comuni che desiderano avvalersi del verbale elettronico potranno continuare a beneficiare del fondo di avviamento sino al 31 dicembre 2017.

La legge di stabilità 2016 prevede infatti una proroga di due anni  dell'erogazione di questo fondo statale per consentire agli enti territoriali d'acquistare le apparecchiature necessarie.

I principali vantaggi per i servizi verbalizzanti

All'atto dell'inserimento dei dati del verbale elettronico il rischio d'errore é limitato. In effetti il programma di verbalizzazione elettronico propone una guida all'inserimento dei dati che consente in tal modo di rendere più affidabile la redazione dei verbali di contravvenzione.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

I compiti amministrativi di controllo delle contravvenzioni, di registrazione dei pagamenti e la trasmissione dei ricorsi al funzionario del pubblico ministero (OMP) sono state soppresse.

Il nuovo sistema presenta inoltre i seguenti vantaggi :

  • l'invio postale del verbale di contravvenzione (eliminazione del rischio di smarrimento o cancellatura sul tagliando cartaceo su cui incollare la marca da bollo) ;
  • diminuzione del numero di ricorsi (verbale di contravvenzione più chiaro, garanzia di un trattamento equo di tutti i trasgressori, documentazione spedita al domicilio) ; messa a disposizione di mezzi di pagamento moderni (in particolare
  • la messa a disposizione di mezzi di pagamento moderni in particolare pagamento moderni (in particolare internet) volti a facilitare la riscossione nella fase della multa forfettaria e a ridurre le attività finalizzate al recupero delle somme nelle fasi successive.

Convalida dei programmi di verbalizzazione

Per assicurarsi che il funzionamento di una soluzione che combina un programma ed un dispositivo sono conformi alle norme legislative e tecniche del verbale elettronico, l'ANTAI realizza, a monte, una serie di test. Se i test sono probanti, l'ANTAI rilascia al fornitore un'attestazione che convalida il buon funzionamento del prodotto (chiamata verifica d'attitudine al buon funzionamento - VABF). L'ANTAI consiglia di chiedere una copia di questa attestazione ai fornitori che partecipano alle gare d'appalto.

Per essere integralmente convalidata, la soluzione dovrà essere sottoposta ad un periodo di sorveglianza e controllo di una durata minima di 3 mesi ed almeno 5.000 messaggi d'infrazione, su uno o più servizi verbalizzanti, con un livello di qualità sufficiente. Al termine di questo perido l'ANTAI rilascerà un'attestazione di verifica di regolare servizio (VSR).

Troverete qui di seguito la lista delle soluzioni convalidate dall'ANTAI.

Soluzioni di verbalizzazione convalidate dall’ANTAI

*Soluzioni che propongono un'applicazione di peri-verbalizzazione.

Numero da chiamare per i servizi verbalizzanti

+33 (0)1 76 49 27 07

 

Il vostro spazio riservato
Troverete nello spazio riservato di questo portale le informazioni dettagliate sulle procedure a seguire per utilizzare il verbale elettronico ed il formulario in linea che permette di dichiarare il vostro servizio verbalizzante al Centro nazionale di trattamento (CNT).

Il verbale elettronico in Francia

Carta delle collettività territoriali che  hanno adottato il verbale elettronico e che menziona i servizi verbalizzanti registrati all'ANTAI.


 
Mappa realizzata con l'aiuto di